Il dibattito sulla fecondazione artificiale. Le derive proporzionaliste e la sindrome del “male minore”.

di Mario Palmaro[1] Maurizio Mori ha avuto il merito di sollevare un caso esemplare. Ha “sorpreso” il quotidiano cattolico Avvenire mentre elogiava il congelamento di ovociti, congelamento esplicitamente funzionale alla realizzazione della fecondazione artificiale extracorporea. Un infortunio isolato? Un equivoco? Un forzatura interpretativa da parte di un filosofo del diritto? No. Si tratta piuttosto di… Continua a leggere